STORIA E VALORI

130 ANNI MEDICI ERMETE

Nessun segreto per la famiglia Medici che da un secolo produce un Lambrusco d’eccellenza e vini di qualità.

Siamo nel 1890, sulla via Emilia, la più importante strada commerciale del paese. Remigio Medici è proprietario di 3 osterie di successo e decide di fondare una cantina per valorizzare i vigneti di famiglia, ubicati fra la via Emilia e le prime colline della valle dell’Enza. Il figlio Ermete ingrandisce l’azienda e ne consolida la fama. I figli Valter e Giorgio, successivamente, iniziano ad esportare, diffondendo ulteriormente il marchio. È ufficialmente iniziata la lunga storia della Medici Ermete…

Negli anni 70, negli Stati Uniti, assistiamo al “boom del Lambrusco” ed è importante sottolineare come esso sia stato, insieme al Chianti, tra i primi vini italiani ad essere esportati.

Nel 1988 le vendite per l’intero comparto emiliano crollano a seguito di una sempre maggiore proposta produttiva in termini di quantità e non di qualità. Nasce infatti il Lambrusco dolce, un prodotto industriale venduto a prezzi molto bassi, che in pochi anni distrugge il buon nome del lambrusco.

Proprio in quell’anno entra in azienda la quarta generazione della famiglia Medici costituita da Alberto e Pierluigi Medici. Poco più tardi si aggiunge Alessandra, oggi responsabile dell’area hospitality.  Sono anni fondamentali per la storia della Medici Ermete: la famiglia decide di stravolgere il metodo di produzione del lambrusco! Vengono ripiantati i vigneti e vengono abbassate le rese in vigna di un 35% rispetto al disciplinare (attraverso un sistema di potatura chiamato cordone speronato). Da questa filosofia pionieristica nasce così nel 1993 il “Concerto” un CRU di Lambrusco Salamino.

Oggi l’azienda è proprietaria di circa 80 ettari di appezzamenti (coltivati interamente a regime biologico) , distribuiti tra le aree a più alta vocazione vitivinicola della regione Emilia-Romagna ed esporta in 70 Paesi nel mondo. Arrivati alla quinta generazione, rappresentata da Alessandro, i Medici vantano una solida esperienza in vigna e in cantina.

Hanno vinto la loro scommessa: la massima valorizzazione dei propri vini. L’idea vincente è stata il creare un legame stretto tra il territorio e vini prodotti, la rigida selezione delle uve, a costo di una resa per ettaro inferiore anche del 30-40% rispetto al disciplinare delle Doc, ma con la garanzia di una qualità mai raggiunta prima. 

Una sapiente vinificazione, in impianti completamente rinnovati, ed una viticoltura rispettosa della natura e dell’ambiente, completano il ciclo di produzione. La risposta del mercato è stata immediata e crescente; le guide di settore unitamente a prestigiosi riconoscimenti hanno proiettato i prodotti della Medici Ermete tra i migliori vini italiani. Per la prima volta nella storia il Lambrusco entra nel tempio dell’eccellenza.