Medici Ermete

REPORT VENDEMMIA 2015

News 🕔novembre 20, 2015

L’annata 2015, nell’area dove sono collocati i nostri vigneti, è stata caratterizza da una estate decisamente torrida, con temperature, nel periodo metà luglio- metà agosto, molto vicine e a volte superiori a 40°C.
L’inverno è stato con temperature nella norma, ma ricco di precipitazioni e questo ha permesso di costituire un’ottima riserva idrica. Una primavera mite, ha portato ad un anticipo della formazione dei germogli e quindi della fioritura.
L’estate è risultata assai calda e siccitosa, statisticamente nella provincia di Reggio Emilia, una delle più calde dell’ultimo secolo..
In questo tipo di condizioni, i vigneti non sono stati attaccati in modo rilevante dalle principali patologie della vite, e l’uva si è mantenuta sana sino alla vendemmia. Per contro si è dovuto intervenire con irrigazioni di soccorso per evitare lo stress idrico.
La vendemmia è iniziata il 28 di agosto con la malvasia, per le uve a bacca rossa il 2 settembre con  ancellotta e il 10 con i lambruschi, ed è terminata il 8 ottobre.
Il mese di settembre , senza precipitazioni significative, ha permesso lo svolgersi delle operazioni di vendemmia senza interruzioni e in modo programmato.
In termini di quantità, abbiamo avuto in generale un incremento della produzione, sia dei lambruschi che dell’ancellotta, del 15% in relazione all’annata 2014 (annata per noi già decisamente inferiore alla media, e. siamo tornati quindi a livelli di produzione normali)
La qualità delle uve è stata buona, con un incremento di gradazione ed un calo dell’acidità. Prevediamo di avere dei vini (lambruschi in particolare) con un buona intensità aromatica, una buona struttura e un buon grado alcolico.

Nella provincia di Reggio Emilia, e in tutta l’area dei lambruschi le condizioni sono state analoghe, In generale si registra sui lambruschi un aumento stimato sul 7-8% rispetto alla vendemmia 2014, mentre sull’ancellotta si è avuto un calo del 4-5%.